Este blog no está subvencionado por la Confederación Helvética.

viernes, junio 1

Poeta de lo cotidiano


la vita, ce l’ho davanti al naso
con bonaria e rasserenante ironia
mi insegna, nel silenzio e nella solitudine
a risvegliare i migliori istinti della mia natura

nel corso di questa settimana
ho smesso di pensare con nostalgia
al buon tempo antico
e mi sono tolto dai piedi

la forma di un pensiero nemico
ora scivolo tranquillo al centro della mia vita
una clandestinità leggera e gioiosa

ho terminato la mia riserva di doveri famigliari
sto mangiando senza indugio
una grossa fetta di crostata di ciliegie

Vince Fasciani
(Minusio, Tesino, 195o)

No hay comentarios:

Desde el 06/11/06...